MENU

Ultime Tendenze: la Carta da Parati

carta-cartadaparati-design-garfagnana-lucca

La carta da parati è una ritrovata soluzione di arredo per chi vuole donare un rinnovato aspetto estetico al proprio ambiente domestico. Questo genere di rivestimento murario viene adoperato per personalizzare qualsiasi spazio della casa: non più il rivestimento completo della stanza con le carte che venivano adoperate in passato ma l’ inserimento della carta da parati in una sola parete per farla spiccare rispetto al resto dell’ ambiente o per fare risaltare quello che desideriamo. Possiamo ad esempio adoperarla dietro ad un letto, per evidenziare una parete dove inserire un divano, utilizzarla per valorizzare l’ ingresso della casa o addirittura ci sono carte studiate e create per essere posizionate in bagno tramite una particolare finitura con tecnica Drop System che viene applicata sulla carta per renderne la superficie resistente all’ acqua.

La carta da parati come è pensata oggi può essere la naturale continuazione dell’ arredamento della casa in abbinamento alla pittura adoperata, alla tappezzeria, ai tendaggi presenti, ma, al tempo stesso, la possiamo inserire come elemento di forte impatto visivo per dare importanza ad una parete o ad un particolare elemento architettonico. Innumerevoli sono infatti le tipologie di carta che si possono trovare nei campionari delle aziende produttrici: motivi floreali, geometrici, effetti materici, immagini astratte, artistiche, o futuriste; una gamma completa adatta a soddisfare qualsiasi immaginazione creativa. Proprio per questa duttilità: arredatori, interior design e architetti sempre di più consigliano di adoperare la carta per valorizzare e personalizzare gli ambienti della casa.

Tra le tipologie di carta da parati le più comuni sono:

  • Cellulosa
  • Vinilica
  • Tessuto non tessuto

Carta da parati in Cellulosa

La carta da parati in cellulosa altro non è che la classica carta da parati con lo strato a vista in carta, è la più adoperata ed ha una lunga durata; questa tipologia di carta se non è di qualità non è molto resistente all’ umido, per questo bisogna prestare attenzione in caso di montaggio su pareti esterne della casa. In generale è la carta da parati che necessita di maggior cura al momento della posa ed è quella che nel caso vada tolta tende a lasciare dei residui sulla parete. Le carte in cellulosa migliori sono a grana fine e sono prive di sostanze tossiche.

Carta da parati Vinilica

La carta da parati vinilica ha uno strato ricoperto in PVC, in questo modo la carta diventa impermeabile e si presta ad essere installata in ambienti ad alto tasso di umidità come ad esempio in cucina o in bagno.

Carta da parati in Tessuto non Tessuto

Nella carta da parati in tessuto non tessuto la carta viene rivestita in diverse tipologie di tessuto: lino, cotone, seta, yuta. Questo tipo di carta è di facile posa e non richiede una particolare manutenzione; è indicata soprattutto per essere posata su pareti liscie in calcestruzzo o su cartongesso. La carta da parati in TNT inoltre può avere finiture sensibili al tatto che conferiscono un aspetto materico alla carta.

La carta da parati viene fornita a rotoli, solitamente di larghezza tra i 50 ed i 60 centimetri, mentre l’ altezza può arrivare fino ai 10 metri. Mediamente la carta da parati è più costosa della comune tinteggiatura a vernice, ma se è di una buona qualità è più duratura nel tempo, inoltre è di facile manutenzione. Per conoscere la qualità della carta da installare ogni collezione riporta i dati tecnici con le caratteristiche del prodotto, le eventuali certificazioni ottenute e le regole di conservazione. Consigliamo di consultare attentamente queste specifiche, facendosi aiutare dal rivenditore, prima di effettuare la scelta idonea per le proprie necessità. La nostra azienda di riferimento Luce Wall Art presenta all’ interno della propria produzione una tipologia di carta ecologica certificata contro le allergie: composta da speciali cellulose, esente da PVC e colle viniliche, è in buona parte biodegradabile. La durata di una buona carta da parati, pur essendo soggetta col passare degli anni a dellle piccolissime varizioni cromatiche dovute ai raggi UV, supera abbondantemente i 10 anni di vita senza alcun problema.

Pulizia della Carta da Parati

La manutenzione della carta da parati è molto semplice: bisogna pulirla regolarmente utilizzando l’ aspirapolvere con spazzole morbide; la carta in cellulosa va passata in modo rapido e leggero, quella vinilica o in tessuto non tessuto si può lavare con panno morbido ed acqua. In presenza di carte rivestite in tessuto, se idrorepellenti si trattano con panno morbido bagnato e sgrassatore leggero, con utilizzo di alcool solo se specificato dall’ azienda produttrice, se invece la carta non è idrerepellente va pulita a secco.